mercoledì 21 dicembre 2016

SIVIGLIA, plaza de Espagna



Eccomi nella monumentale Plaza d'Espana, una delle piazze più belle della Spagna !!!
Una piazza di ben 50.000 metri quadrati.
La piazza vuole simboleggiare l'abbraccio della Spagna alle sue antiche Colonie, per questo è stata realizzata a forma semicircolare.
Guarda ipoteticamente in direzione del fiume Guadalquivir che rappresenta la strada da seguire verso l'America.
Fu realizzata all'inizio del 1900, momento storico fiorente e ambizioso.
ovviamente non ci sono ingressi da pagare, ma chiude alle 22.00 in inverno e a mezzanotte in estate per evitare atti di vandalismo.
Si trova nel parco di Maria Luisa, tutto intorno si estende questo giardino in cui è piacevole girare e ripararsi un pò dal sole ascoltando il canto degli uccellini.
E' stata creata nel 1929 dall'architetto Annibale Gonzales, un'opera incredibile da osservare con calma e in ogni suo dettaglio.
E' una piazza rotonda, al centro una grande fontana, alle spalle una struttura porticata in mattoni a vista che l'abbraccia e un canale d'acqua in cui vi sono barchette a remi e quattro ponti che rappresentano i 4 antichi regni di Spagna .
Qualche calesse che passa, una venditrice di ventagli colorati a mano, una donna che balla flamenco battendo forte e ritmicamente i piedi... il sole... le maioliche.
Molto belle le panchine coperte da maioliche blu e gialle che rappresentano le 48 provincie spagnole messe in ordine alfabetico.
Giro ogni suo angolo curiosa, bella la vista dal balcone centrale della struttura e molto carino il giretto in barca .
Felice di essere passata da qui !!

..................................................................

Thinking is Destiny.
Quello che pensiamo, ciò che sentiamo può farci vincere o fallire.
Il nostro sogno può farci ricchi o renderci poveri. Può farci felici o renderci miseri.
 Agendo direttamente sui nostri stati, elevando la qualità dei pensieri e alleggerendo le nostre emozioni, non solo potremo cambiare la nostra attitudine e il modo in cui reagiamo agli eventi della nostra vita, ma trasformare la natura stessa di quegli eventi.
Sogna, sogna senza posa e la realtà seguirà.

Stefano d'Anna
La scuola degli dei

Nessun commento:

Posta un commento