venerdì 14 marzo 2014

CONSIGLI VIAGGIO FAI DA TE IN TUNISIA





Tornata da un viaggio zaino in spalla in Tunisia posso dire che è un paese che mi ha sorpresa, molto tranquillo, sicuro, economico, bello, vario e facile da girare.
Un viaggio che consiglio vivamente !
La Tunisia è un paese da scoprire, ci sono un sacco di cose da vedere, si spende poco e si sta bene.
Sono sempre stata accolta con un sorriso, i venditori non sono insistenti come da altre parti e la popolazione locale è sempre disponibile.
Non ho mai avvertito sensazioni di pericolo ! trovo che ci sia molta paura e pregiudizio, verso questo paese invece ospitale e tranquillo.
Un paese molto adatto al viaggio fai da te, zaino in spalla e anche low cost.
Certo ci sono anche soluzioni molto belle e poco economiche, ma io viaggio molto easy..
Da scoprire ci sono belle città, siti archeologici, spiagge e il deserto.
Ho comprato il biglietto aereo e basta diretto da Milano a Tunisi. Una volta là ho improvvisato ogni giorno.
Ho notato che molti europei hanno paura a girare da soli, ma trovo che sia una paura infondata.


DORMIRE IN TUNSIA

Da casa non avevo prenotato nulla per dormire e nonostante fosse piena stagione ho sempre trovato posto senza problemi. Mi bastava chiedere in paese a qualche passante e mi indicavano qualche pensione adatta. Sono fatta così, mi piace girare senza prenotare per essere libera di scegliere dove andare.
Gli alloggi si possono prenotare anche in anticipo su internet, ci sono le varie guide turistiche cartacee e i siti di prenotazione, ma se arrivate senza non vi preoccupate.
Gli hotel hanno prezzi contenuti, dai 15 ai 30 euro a persona mediamente, dipende dalle sistemazioni. Ovviamente al sud sono un pò più economici che a Tunisi o ad Hammamet.
Ritengo sia un paese facile e senza problemi di sicurezza. Non ci sono pericoli a girare da soli, si può tranquillamente noleggiare un auto, una moto, una jeep...
munirsi di una cartina e partire alla scoperta della Tunisia. Ci sono anche diverse donne europee che abitano da sole e viaggiano.
Diverse le case in affitto che si possono trovare, ce ne sono molte di ottimo livello e davvero belle.

ecco comunque qualche indirizzo

Pansea - oasi di Ksar Ghilane
www.pansea.com/eng/ksar_infor.html
Tel.  + 216 75 759 330

La Residence Hammamet Hotel
Indirizzo: 60 Av.h. Bourguiba, Hammamet 8050, Tunisia
Telefono:+216 72 280 733
 
Dar Said Hotel
rue Toumi - Sidi Bou Said
Tel.  +216 7172 9666
www.darsaid.com.tn
 
Hotel Karim – Avenue Aboulkacem Chebbi 2200 Tozeur

economico, con bagno e colazione

The Dar Cherait Hotel in Tozeur
Route touristique 2200, Tozeur, Tunisia
+216 76 452 100
 

CONTRATTARE IN TUNISIA

Come in altri paesi del nord africa e del medioriente, in Tunisia la contrattazione è d'obbligo.
Ci sono rari negozi con "fix price", in questo caso il prezzo è fisso e basso, qui non serve iniziare la contrattazione.
Per tutto il resto ci si deve abituare un pò a trattare sul prezzo di qualsiasi cosa si voglia comprare o affittare.
Largo alle contrattazioni per tutto quello che si trova in mercato o in negozio, dal cibo, ai vestiti, alle ceramiche, ai tappeti e via dicendo.
Contrattare assolutamente anche il prezzo proposto dagli hotel, delle case in affitto.. anche per tutte le escursioni a cavallo, quad, dromedario o jeep.  Per le guide che si propongono, per le donne che vi fanno i tatuaggi di hennè...
Non mi è mai capitato che chiedessero prezzi assurdamente alti come in alti paesi, tipo Marocco o Egitto. Mediamente sono molto più cortesi e meno insistenti. Tranne rare eccezioni, i prezzi di partenza non sono alti, loro furbescamente chiedono sempre prima la nazionalità e si fanno un'idea. Una volta entrati in un negozio basta salutare cortesemente e non mi hanno mai trattenuto come a Marrakech. Mi ha fatto piacere questa poca insistenza, è più piacevole osservare senza sentirsi troppo pressati. Nessun bambino piccolo mi ha chiesto soldi, nemmeno a sud o nelle zone meno agiate. Nessuno voleva dei soldi per riportarmi in hotel o ha cercato di chiedermeli dopo una cortesia.
Suggerisco di mettere in chiaro prima se non vogliamo dare dei soldi, per evitare che qualcuno si faccia false aspettative. Onestamente devo dire che tra Marocco ed Egitto, ho trovato che la Tunisia è più occidentalizzata su questo punto e meno esagerata degli altri paesi. Contrattare sempre...

SPOSTARSI da soli

Per spostarmi ho usato il treno, il taxi, la macchina e il pullman. Un pò tutti i mezzi. I prezzi sono buoni e i mezzi abbastanza frequenti.

I treni li ho usati da Tunisi, Hammamet e Sousse, non è una rete capillare per tutto il paese ma in certe località sono comodi e poco costosi. a volte ho trovato treni nuovissimi altre volte meno, comunque simili a quelli italiani. 

I taxi sono frequenti, chiedete sempre il conteur in modo da pagare un prezzo onesto. Se non chiedete nulla dovrete trovarvi a contrattare il tragitto! I taxi sono comodi per le piccole distanze, non sono molto cari ma se la strada da percorrere non è poca convengono altri mezzi. Ci sono anche i taxi abusivi che vi propongono gli stessi servizi dei taxi, se li volete prendere contrattate bene perchè chiedono prezzi turistici, ricordate che è un paese economico!

I louage sono mezzi famosi di spostamento in Tunisia. Vengono usati moltissimo dai tunisini. Sono van a nove posti che effettuano servizio di taxi collettivo. Vengono usati per le grandi distanze, è comodo come un taxi ma costa meno perchè si parte quando è pieno. Dovete calcolare proprio questo però: parte solo se è pieno, non si sa quanto dovete aspettare. Altra cosa: guidano da pazzi perchè sono pagati a viaggio!! Si trovano dappertutto sia per brevi tragitti che per quelli molto lunghi.

Solo per il giro a sud ho noleggiato un auto. I prezzi per le auto vanno dai 30 ai 50 euro al giorno, dipende dalla zona, dal periodo e dalla macchina. Le strade per la Tunisia sono tutte buone, non ci sono pericoli a guidare. Certo la guida tunisina è un pò senza regole ma non ci sono molti problemi. Contrattare sempre il prezzo e girare qualche noleggio in più per spuntare condizioni migliori. Diffidate quando i noleggiatori usano scuse come: sta arrivando mio figlio da Tunsi aspetta un paio d'ore e cose simili: vuol dire che non hanno la macchina e la affittano da altri facendo pagare qualche cosa in più. La macchina forse vale la pena di noleggiarla anche in anticipo, io ho fatto un pò fatica a trovarla con la sua scusa delle ferie e del ramadam.
Sicuramente è il mezzo più comodo per girare in libertà. La benzina costa poco, 0,70 euro al litro quella ufficiale nei distributori. L'altra si trova a 0,40  / 0,5 euro al litro. Meglio dire che tornerete a fare benzina anche nei giorni successivi se prendete quella non ufficiale, così eviterete che qualche furbo vi dia una benzina non buona. Siamo sempre in un paese in cui la contrattazione è d'obbligo : )


segnalo un sito per il noleggio auto

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI - SHOPPING IN TUNISIA

Se piace l'harissa è una buona salsa piccante e tipica che potrete portarvi a casa e aggiungerla a tutti i piatti, c'è sia in crema che in polvere.
Interessanti da comprare ci sono le spezie, consiglio di non prenderle nei souq e nelle zone molto turistiche perchè restano in giro per molto tempo all'aperto restando meno saporite e non molto pulite, meglio entrare in uno dei tanti negozietti che le vendono. Molto conveniente è lo zafferano che si trova sia in polvere che in fiore.
Bellissimi sono gli oggetti venduti dagli antiquari, cassettiere, specchiere antiche, tessuti, lampade..
Tipici sono i pouf, i mortai di legno di ulivo, i gioielli berberi, collane, orecchini,  bracciali.. bicchierini colorati, abiti tradizionali, sciarpe berbere, portamonete, babbucce, kajal per occhi, borse, tappeti di vario genere. 
Carina ed economica è la ceramica tunisina, ma dovrete contrattare bene o comprare nei negozi a prezzo fisso.
Da comprare anche l'henne per farvi anche a casa i loro tatuaggi.
A me piacciono molto le futa, tessuti in cotone colorati che io uso come telo mare o asciugamano.
Molto carini anche i copriletti tessuti a mano, prodotti in vari colori e con simboli tipici.


COSA VEDERE

La capitale Tunisi merita una visita. Perdetevi per i vicoli della Medina e il colorato Souq.
Prendere un caffè sulla moderna avenue Bourghiba. Andate alla scoperta di Sidi Bou Said tutta bianca e azzurra, tenuta davvero bene. Osservate le belle porte, le villette, il panorama, le casette bianche e blu. Concedetevi un tè alla menta nel bar con terrazza Cafe de Delices  e lo storico caffè de Nattes. 
Non perdete il Museo del Bardo con i suoi tesori, andate a camminare per le strade dei quartieri di La Marsa, La Goulette, Berge de Lac e Carthage, il quartiere dove rimangono i resti di Cartagine, fondata dai Fenici.

Molto belli i siti archeologici di Sbeitla, Dougga e Bulla Regia, più di quello di Cartagine.

Una zona molto interessante è la penisola di Cap bon con le sue spiagge, le terme, i siti storici. Korbous, El Haouaria, Kerkouane e Kelibia. Qui il mare è caraibico e la strada panoramica. Molto carino il sito di Kerkouane che si trova prima di Kelibia.

Hammamet è la meta più turistica, bella la piccola Medina tenuta molto bene, il caffè Sidi Bou Habib sul mare e la spiaggia fine con acqua smeraldo. Da vedere anche la villa Sebastian.

Molto autentica e piacevole è la città di Mahdia che offre una vivace Medina e spiagge molto belle con mare limpido. Qui il turismo è quasi tutto tunisino. 
In zona si trova il colosseo di El Jem, in ottimo stato, vale una sosta per ammirare quel che resta dell'epoca romana. 

Kairouan è la quarta città santa per i mussulmani, offre la Medina più genuina e caratterstica, oltre ai tradizionali tappeti, che val la pena di comprare qui. Bella la Grande Moschea e le mura.
Sousse è un'altra città di mare piacevole con la sua grande Medina molto viva, il Museo appena rinnovato, la torre panoramica della fortezza Ribat e un bel mare con spiagge lunghe.

Poco frequentate dal turismo sono le isole Kerkennah davanti a Sfax, mare basso e sabbioso, tranquillità. Vita da minuscole isole di pescatori.

Il sud del paese è veramente meraviglioso e tutto da scoprire con panorami che cambiano radicalmente: Tozeur bellissima e d'atsmosfera con la sua vecchia medina e l'oasi di palme, i calesse, il lago chott el jerid fantastico soprattutto al tramonto e all'alba. Vi ritroverete in una distesa di sale che pare senza fine e cambia colore con la luce del sole.

Imperdibili sono le oasi di montagna: Tamerza, Chebika e Mides con i loro canyon, le cascate, le palme, i datteri, i panorami. Concedetevi una notte nel meraviglioso Tamerza palace con vista sulla valle e i resti della città vecchia.
A Douz si respira aria di sahara, da qui partono le escursioni di tutti i generi tra le dune. C'è l'oasi di Ksar Ghilane con la sua pozza di acqua calda, a sud belle dune alte da vero deserto, la remota oasi di Ain Ouadette e il laghetti del deserto.

C'è Matmata da vedere per le sue case troglodite. Interessante anche la zona degli ksar attorno a Tataouine, villaggi fortificati antichi prima del deserto. Ksar Ouled Soltane, Ksar Haddada e Hallouf ne sono esempi.
Sempre a sud c'è la località di Zarzis con bel mare e tranquillità.

C'è la famosa e bella isola di Gerba, con le sue spiagge di Midoun, la capitale Houmt souq con il forte e il mercato, Guellala la città della ceramica e la gita all'isola dei fenicotteri.
Da scoprire e un pò insolita c'è Tabarka a nord che si trova in una zona verdeggiante ed è meta interessante per chi fa subacquea, a due passi dall'Algeria. 

Carina è Bizerte con il porto vecchio e la Medina. In zona come mare meritano la spiaggia di Raf raf, Cap Blanc e Cap Serrat, andando verso l'algeria.


 COME ARRIVARE IN TUNISIA dall'Italia

Volo aereo da Milano o Roma, su Tunisi o Djerba.
Meglio i voli di linea su Tunisi, attualmente esiste solo Alitalia e Tunisair.
In traghetto da Civitavecchia, Trapani, Salerno, Palermo, Napoli. 

Dalla Francia c'è un traghetto da Marsiglia o voli aerei su Tunisi e Djerba.

Dalla Grecia si deve raggiungere l'Italia, sia in traghetto che in aereo.




















2 commenti:

  1. Ho letto attentamente i consigli del tuo viaggio in Tunisia e ne trarrò spunti da seguire.
    Grazie
    Gianfranco

    RispondiElimina